Warning: Illegal string offset 'singular_portfolio_taxonomy' in /web/htdocs/www.untagliosolidale.org/home/wp-content/themes/canvas/includes/theme-functions.php on line 826

Belle contro la violenza su Funweek

Parrucchiera anti – crisi a Roma. Prezzi low-cost per disoccupate e precarie.
Articolo pubblicato per Eleonora D’Urbano su Funweek

Slide Salone Riccio & CAMUn’iniziativa di tutto rispetto e dal potenziale enorme, quella adottata da Alessandra Pucci, proprietaria del salone ‘RiccioCapriccio’ di Roma, che ha da pochissimo inaugurato ‘Un taglio solidale’.

Un taglio e una piega completi a 8 € per studentesse, donne precarie o dispoccupate, che tentano in tutti i modi di far quadrare i conti e arrivare a fine mese. Spesso, lo sappiamo bene, rinunciano al suprerfluo, ma sentirsi bene con se stesse è un altro modo di affrontare a testa alta la crisi che ci circonda.

Il terzo mercoledì del mese Alessandra Pucci è a disposizione di tutte quelle donne che vogliono regalarsi un’oretta per se stesse, ma sempre continuando ad aiutare gli altri: degli 8 euro spesi, infatti, 3 verranno devoluti in beneficienza al Cam (il Centro uomini maltrattanti di Firenze), per supportare coloro che hanno deciso di andare in terapia e cambiare definitivamente.

Così la parrucchiera solidale spiega il senso più profondo del suo progetto: “Siamo donne che aiutano gli uomini. Ma alla fine aiutiamo anche noi stesse, perché sostenere i mariti o i compagni che hanno deciso di cominciare un percorso di recupero tramite il centro, significa anche dare un contributo per porre fine alle violenze domestiche”.

Il pensiero le frullava per la testa – è proprio il caso di dirlo – già da un po’, da quando ha saputo che in uno dei quartieri più malfamati di Parigi, una parrucchiera italiana è riuscita ad aprire un salone, mentre un panettiere di Valencia proponeva di tanto in tanto le baguette low cost.

Ora la Pucci pensa anche a coinvolgere altri hair stylist e servizi, come le palestre: “Quello che vorremmo riuscire a creare è una rete di solidarietà”.

La parrucchiera è sempre più convinta di portare avanti la sua nobile iniziativa e dichiara: “Nel grigiore della crisi nessuno deve toglierle la libertà di avere una ciocca rosa, se la voglio. Un buon taglio di capelli non si nega a nessuno e mette di buon umore. Secondo me serve”.

Vedi l’articolo su Funweek.

, , , , ,

No comments yet.

Lascia un commento