#GoAhead: ecco come sta andando

Da un’idea di Alessandra Pucci e Laura Towers RiccioCapriccio Ecoparrucchieri è nato “Go Ahead” progetto di inserimento sociale nel mondo della bellezza rivolto agli under 25, donne e uomini, italiani e non, siano essi neet, minori non accompagnati, giovani adulti in condizione di disagio.

Il progetto prevede 6 incontri di 4 ore ciascuno in cui lo staff di RiccioCapriccio condivide con le 6 persone prescelte le tecniche primarie per proporsi come assistente o apprendista in un salone puntando a incoraggiare la cura di sé, l’amore per l’ambiente, la passione per la bellezza, l’entusiasmo per il lavoro in team.

Da quando il progetto ha avuto inizio i ragazzi hanno avuto modo di confrontarsi con la vita in salone e imparare il più possibile.
Ora sono in grado di rendere l’esperienza dello shampoo un momento unico e rilassante; sanno come scegliere i prodotti giusti per il cliente che hanno di fronte e ascoltare le sue esigenze.
Si sono approcciati anche alla colorimetria: hanno imparato a distinguere fra colori primari e secondari, a usare la stella di Oswald, valutare i riflessi naturali dei capelli e scegliere infine la colorazione giusta. Anche l’asciugatura semplice è stata assimilata al meglio.
Sanno come accogliere un cliente, come coccolarlo e farlo sentire a proprio agio.
Questi incredibili risultati ci hanno resi infinitamente orgogliosi: l’attenzione e la cura che i ragazzi stanno impiegando durante questa formazione ci fa ben sperare per il futuro.

Hanno avuto la possibilità di confrontarsi anche con altri professionisti: Marco Zito, portavoce per Davines ha raccontato loro quali sono i valori dell’azienda, quanto è importante lavorare rispettando l’ecosostenibilità e la bellezza, che va oltre l’aspetto estetico ma riguarda anche il modo in cui si svolge la propria attività: con amore e attenzione per il pianeta; così anche Stefania Ippoliti e Alessandro Bauso, docenti di colorimetria, hanno spiegato loro quanto sia importante avere metodo e cura nella scelta della colorazione e nell’applicazione.

I ragazzi sono seguiti da Alessandra Pucci, Laura Towers e Barbara De Oliveira che sono i loro tutor nella formazione; Ahmed e Justice, nostri giovani fiori all’occhiello, svolgono con amore il ruolo di assistenti.
Ringraziamo Davines che ha preso a cuore questo progetto e ci sta aiutando a sostenerlo, le associazioni coinvolte e soprattutto i ragazzi: Joy da Baobab Experience, Mohamed tramite Giorgia Serughetti, Simona da Matemù CIES Onlus, Evidence e Yusef da Civico Zero per Save the children e Khater da Virtus Italia Onlus.
Siamo felici di poter fare la nostra parte.

[Ph. Giulia Salvatori]

, , ,

No comments yet.

Lascia un Commento